SEZIONI NOTIZIE

Neri, viceallenatore Sassuolo Primavera: "Siamo in scadenza, spero di restare"

di Redazione SN
Vedi letture
Foto

Maurizio Neri, viceallenatore della Primavera del Sassuolo, ha parlato ai microfoni de La Giovane Italia su Tuttomercatoweb, dicendo la sua su questo finale di stagione sui generis e delle prospettive personali in vista del prossimo futuro. Ecco le sue dichiarazioni.

Mister, la federazione alla fine ha scelto di non tornare a giocare. Decisione giusta?
“Sì, penso sia stato giusto decidere di non tornare a giocare, e personalmente noi del Sassuolo attendevamo solo l’ufficialità. Mi dispiace solo per i ragazzi, perché a quell’età è difficile non giocare e stare tanti mesi fermi. Il mio pensiero soprattutto va a quei ragazzi che erano all’ultima stagione in Primavera e che adesso entreranno nel giro delle prime squadre, dove potrebbero trovare meno spazio rispetto a quello che avrebbero avuto in questi ultimi mesi di stagione: a loro vanno i miei più sinceri auguri. Spero torni loro indietro qualcosa di positivo da questa situazione di crisi che ha colpito un po' tutti. Mi spiace anche per noi del Sassuolo, perché stavamo interpretando bene la stagione e prima dell’interruzione dei campionati eravamo in crescita e avremmo potuto toglierci delle belle soddisfazioni. Ritengo però sia stata una decisione giusta, soprattutto nel rispetto delle tante persone che hanno perso la vita a causa del coronavirus".

Riguardo ai verdetti? Giusto congelare la stagione e promuovere le prime classificate del Primavera 2?
“Chiaramente qualsiasi cosa io dica scontenterà qualcuno. Il mio pensiero è che ho grande rispetto per questa tragedia, di portata tale da far passare in secondo piano le decisioni. Nessuno ha voluto questa situazione e qualsiasi sia il verdetto andrà rispettato, decidere è difficile perché si scontenta qualcuno ma bisogna accettare qualsiasi scenario. Detto questo, ritengo che Milan e Ascoli meritino di fare la Primavera 1 nella prossima stagione per il campionato che hanno disputato. Mi spiace per l’eventuale terza, mentre in ottica salvezza posso dire che negli ultimi due anni siamo riusciti a fare miracoli per mantenere la categoria, mentre con questa interruzione prematura abbiamo raggiunto più facilmente l'obiettivo. Ma non per questo sono contento, anzi: avrei preferito giocarmi la permanenza in categoria lottando ogni settimana sul campo coi miei ragazzi".

Molti allenatori sottolineano il miglioramento del campionato Primavera. Anche lei è d’accordo con questa sensazione?
“Sono stanco di sentir dire che in Europa sono più avanti di noi e lanciano di più i giovani. A 17-18 anni anche i nostri ragazzi da un punto sportivo sono vicini all’essere a livello degli adulti e il campionato Primavera è diventato e sta diventando un torneo al pari della Serie A, con il risultato che risulta determinante per il destino della squadra. Poi è chiaro che le società devono scegliere gli allenatori adatti e formarli, ma il presupposto che si gioca sul serio con anche le retrocessioni rappresenta un punto di partenza importante. Gli impegni e gli allenamenti sono equiparabili ad una prima squadra, i giocatori sono professionisti al 100%, trasferte comprese. Spesso i ragazzi fanno allenamento anche con i giocatori delle prime squadre e la preparazione tecnica, tattica e fisica è molto simile. Non è più settore giovanile: i giocatori firmano pre-contratti e guadagnano già qualche soldo. Sta diventando il gradino intermedio tra il calcio a livello giovanile e il professionismo, ma somiglia di più a quest’ultimo per le modalità in cui viene svolto".

Quali sono le prospettive per il suo futuro professionale?
“Attualmente siamo in scadenza di contratto, quindi non posso sbilanciarmi sul mio futuro fino a quando non verrà presa una decisione. Il lavoro fatto da Palmieri in questi anni è sotto gli occhi di tutti: la Primavera di quest’anno, come anche l'Under 18 e l'Under 17, sono tutte squadre competitive e sono sicuro che il Sassuolo sarà protagonista nel prossimo campionato di Primavera 1".

La sua speranza quindi sarebbe di restare a Sassuolo, dunque.
“Io amo lavorare con i giovani e penso che questa sia una società strepitosa. Sono stati anni importanti, intensi e molto belli. La società non mi fa mancare niente, avere una struttura come il Mapei Football Center aiuta e ci permette di lavorare al meglio con i nostri ragazzi. Sento che lavorare con i giovani si adatta molto di più a me piuttosto che allenare una prima squadra. Quindi sì, la mia speranza è di rimanere a Sassuolo".

Altre notizie
Lunedì 03 agosto 2020
21:19 Non solo Sasol UFFICIALE, Cagliari: l'ex Di Francesco ha firmato. Il comunicato 20:43 Settore Giovanile Sassuolo Primavera 2020/2021: al via la stagione con i test Mapei - VIDEO 20:10 Non solo Sasol Inizio campionato Serie A 2020/21: date ufficiali. Quando riparte e finisce 20:01 News Maglia Sassuolo 2020/21. Nuovo sponsor tecnico: sarà Puma o Adidas? 19:40 Calciomercato De Zerbi Barcellona, dalla Spagna: quotato anche il tecnico del Sassuolo
PUBBLICITÀ
19:21 Editoriali Lottavo, capitolo! 19:01 News Caputo: "Record e 8° posto: sono orgoglioso. Ora testa al prossimo anno" 18:50 News Piccinini e l'esordio in Serie A: "A chi ci ha creduto e ha fatto in modo che potessi crederci anch'io" 18:47 News Ferrari: "Felici dell'8° posto in un'annata strana. Ora ricarichiamo le pile" 18:38 News Locatelli: "Soddisfatto della stagione. Guardiamo al futuro con i piedi per terra" 14:12 Calciomercato Kaan Ayhan Sassuolo, ci siamo: l‘ufficialità del nuovo colpo a breve 09:39 Rassegna stampa Messaggero Veneto "Steso il Sassuolo, l'Udinese chiude con vittoria e sorrisi" 09:13 Rassegna stampa L'apertura di Tuttosport su Juventus e Inter: "Panchine bollenti!" 08:52 Rassegna stampa Gazzetta di Modena: "Il Sassuolo va ko con l'Udinese ma chiude 8°" 08:31 Rassegna stampa L'apertura del Corriere dello Sport: "Conte, lungo addio" 08:04 Rassegna stampa La Gazzetta dello Sport in apertura sull'Inter: "Conte, ora basta" 00:28 News De Zerbi: "Meritavamo di più. Ottavo posto storico. Cessioni? Non sono preoccupato" 00:04 News Consigli: "Spero nell'Europa l'anno prossimo, ma se una big chiama vorrei andare"
Domenica 02 agosto 2020
22:37 News Sassuolo Udinese pagelle. Voti: Bourabia ovunque, Traoré c'è 21:18 News Sassuolo Udinese LIVE 0-1: partita in diretta, cronaca e risultato finale